Mercantia - Festival internazionale del Quarto teatro

Special Project - ...e quindi uscimmo a riveder le stelle


C’è un racconto che tesse le trame di questo progetto, sono passati 700 anni dalla morte di Dante e i vecchi muri del borgo medievale, i 100 anni di Giulietta Masina e il Teatro di strada sono entrati in una selva oscura!

C’è un percorso integrato, una rete di citazioni per immergersi in questo grande evento.

Nell’ideare il progetto abbiamo considerato che il pubblico ricerchi, come tutti noi, una normalità, ritrovare nella nostra specialità, nei propri sensi, quel clima e quella visione che già in parte conosce, in cui si riconosce, sarà come nella migliore tradizione delle feste rituali che hanno un loro codice estetico. C’è bisogno di certezze e di riconferme, c’è bisogno di stabilità e di un territorio che non è cambiato, scoprire che il mondo è ancora rotondo...

Dante Alighieri avvolgerà il borgo antico della sua presenza, con installazioni, con grandi opere pittoriche, con video mapping, con quadri viventi e con spettacoli. Il pubblico che si muoverà in cerca degli spettacoli che ha prenotato si sentirà circondato dalla presenza del sommo poeta.

Come appare evidente fin dal titolo del progetto, Dante e la sua Commedia, permeano tutto l’evento e la città sarà ricca di rimandi visivi nei luoghi più importanti del borgo antico. Le video proiezioni su parete degli illustratori della Divina Commedia, il progetto dei Grandi Quadri coordinato dall’artista internazionale Fabio Calvetti, le figure allusive realizzate da un gruppo di giovani attori mimi, Angeli e Diavoli, seduti in varie finestre del borgo, i grandi tableau da cantastorie realizzati dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti.

E ancora altri quadri viventi appariranno in alternanza musicale su un intero palazzo che si affaccia su via Boccaccio a evocare figure dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso.



Video proiezioni

Video proiezione a tutto campo di immagini che riproducono le opere di Gustave Dorè, Jean Ingres, Eugene Delacroiix, Sandro Botticelli, Salvador Dalí... piazza SS. Annunziata, sulla facciata del palazzo Stiozzi Ridolfi.



Quadri viventi

Quadri viventi di Angeli e Diavoli nel borgo alto, sopra i muri, alle finestre sui balconi...



Tre pittori per Dante

Istallazioni artistiche, grandi quadri di opere pittoriche di tre artisti contemporanei, coordinati da Fabio Calvetti, opere collocate sulle pareti di alcuni palazzi storici.



Percorso visivo

Sull’antica via del Castello saranno collocati 12 pannelli dipinti dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e ispirati alle frasi più famose e conosciute nel mondo popolare, un Cicerone guiderà il pubblico lungo questo percorso.



Omaggio a Giulietta Masina

Un altro “fantasma” si aggirerà per il borgo, è quello di Giulietta Masina, a cento anni dalla sua nascita, la ricorderemo citando il film “La Strada”, ogni sera il trombettista Giuseppe Alberti chiuderà il programma eseguendo il “tema di Gelosmina” mentre il pubblico defluisce lungo le strade del borgo...